fbpx

Verde in ufficio: perché e come colmare di piante gli ambienti di lavoro

verde in ufficio

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato quanto può essere vantaggiosa, sotto ogni punto di vista, la scelta di avere più verde in ufficio, privato o pubblico che sia.

I benefici, a cui nessuno in realtà pensa, sono sia per i dipendenti che per i datori di lavoro.

Gli esseri umani hanno un desiderio innato di connettersi con la natura, che gli scienziati chiamano “biofilia”. Sfortunatamente, gli spazi in cui tendiamo a trascorrere la maggior parte delle nostre giornate tendono a essere spogli, quindi privi di connessione con l’ambiente naturale.

Ecco allora alcune ragioni scientificamente provate per cui dovremmo investire nell’acquisto di verde in ufficio.

  1. Le piante aiutano a ridurre lo stress

Uno studio del 2010 condotto dalla nuova University of Technology a Sydney ha rilevato significative riduzioni dello stress tra i lavoratori in presenza di verde in ufficio.

I risultati segnalavano un calo del 37% di tensioni e ansia; una riduzione del 58% in termini di calo dell’umore; una diminuzione del 44% di sentimenti di rabbia e ostilità; e una riduzione del ben 38% della fatica.

  1. Il verde aiuta ad aumentare la produttività

La produttività dei dipendenti che trascorrono la maggior parte del loro tempo negli ambienti di lavoro, secondo la ricerca del 2014 dell’Università di Exeter aumenterebbe in maniera significativa in presenza di verde in ufficio.

Ciò dipenderebbe dal miglioramento della memoria e della concentrazione che deriverebbe dalla ossigenazione dell’aria.

  1. Le piante aiutano a ridurre i tassi di malattia e di assenza

Il rapporto condotto nel 2015 da Human Spaces, che ha analizzato 7.600 impiegati in 16 paesi del mondo, ha rilevato che quasi i due terzi di essi non hanno piante vive nelle loro aree di lavoro. Ebbene, coloro i cui ambienti hanno incorporato elementi naturali hanno riportato un punteggio di benessere superiore del 15% e un punteggio di produttività superiore del 6% rispetto ai dipendenti i cui uffici non includevano tali elementi.

  1. Il verde rende l’aria più pura e salubre

Negli anni ’80 gli scienziati della NASA hanno, previa alcune ricerche, scoperto che le piante sarebbero per loro natura capaci di rimuovere dall’aria sostanze chimiche come il benzene, il tricloroetilene e la formaldeide, rendendola più pulita per gli esseri umani.

Una ricerca più recente condotta dal dott. Fraser Torpy, direttore del gruppo di ricerca della University of Technology di Sydney e Indoor Environmental Quality Research, ha rilevato che le piante da interno, volendo quantificare in termini più precisi, possono aiutare a contenere i livelli di biossido di carbonio del 10% negli uffici con aria condizionata e del 25% in edifici senza aria condizionata. Si tratta di dati che non possono passare inosservati.