fbpx

Piante per ufficio: come e quali scegliere per creare un ambiente ideale

piante per ufficio

Dire che le piante per ufficio sono fondamentali per creare un ambiente di lavoro sereno è dire poco. La maggior parte di noi trascorre il proprio tempo all’interno dell’ufficio, tra stress, tensione, colonne di documenti e ritmi incalzanti. Se non possiamo sottrarci a questo, possiamo però certamente creare un ambiente di lavoro sereno e positivo dove sentirci a nostro agio, proprio come all’interno della nostra casa.

Per farlo, possiamo utilizzare le piante per ufficio notoriamente più adatte a trasmettere serenità e distensione. Se la scelta è orientata su specie dalle particolari caratteristiche, allora oltre a creare un ambiente ideale possiamo al tempo stesso anche prenderci cura anche della nostra salute.

Ecco come.

Toccasana per umore e produttività

È scientificamente dimostrato che le piante per ufficio migliorano l’umore, incrementano la concentrazione, l’efficienza e quindi la produttività, abbassano i livelli di nervosismo e stress e, come abbiamo detto, in alcuni casi purificano l’aria.

Un vero toccasana anche per gli occhi, visto che si passano tante ore davanti allo schermo del pc senza a volte neppure distaccarcene, diversamente da quanto dovremmo fare per la salute della nostra cervicale e della nostra vista. Allora, visto che è vivamente consigliato cambiare l’orientamento dello sguardo durante il lavoro, il miglior modo per farlo è quello di creare un angolo verde dell’ufficio di cui godere durante le pause.

Così facendo consentiremo agli occhi di regolare la rimessa a fuoco, riducendo sensibilmente il livello di stanchezza e affaticamento della vista.

Chlorophytum (Falangio): pianta a cascata di amena bellezza

Ovviamente, di piante per ufficio esteticamente gradevoli e sane per l’ambiente interno in cui siamo costretti a vivere le nostre intere giornate ce ne sarebbero davvero tante da menzionare.

Tuttavia, la bellezza del Falangio (Chlorophytum Comosum) non può passare inosservata.

Si tratta di una specie verde che richiede poca luce e davvero poche attenzioni.

Tra le sue caratteristiche “salubri” ricordiamo quella di rendere l’aria più pura e di ridurre lo stress. Ha un colorazione molto delicata, con i suoi fasci di colore che si alternano tra giallo e verde, che regala quindi un tocco di eleganza e di modernità agli ambienti in cui è collocata.

Un sempreverde che si presta in particolar modo all’idrocoltura, che rende ancora più rara la necessità di innaffiature. È davvero facile da gestire; per la stessa ragione è una pianta che, chi non è dotato di pollice verde, dovrebbe tenere in seria considerazione.

Vogliamo un mondo più verde? Iniziamo con il rendere più green nostri ambienti di vita, quelli in cui viviamo e trascorriamo la maggior parte del nostro tempo. Solo in questo modo possiamo sperare in un eco-sistema più protetto operando appunto scelte sapienti, sostenibili, che ci fanno stare bene.