fbpx

Idrocoltura concime ed accessori da utilizzare per risultati perfetti

idrocoltura concime e accessori

La possibilità di fornire alle piante solo la quantità di sostanze nutritive di cui hanno bisogno è certamente uno dei più grandi vantaggi dell’idrocoltura.

Senza suolo, i nutrienti necessari per consentire alle piante di sopravvivere per prosperare possono essere selezionati con grande facilità, consentendo a chi possiede queste piante di ottenere risultati importanti in termini di qualità.

Questo ha luogo con l’utilizzo della semplice acqua e di concimi completamente differenti in caratteristiche e componenti rispetto a quelli tradizionalmente utilizzati per la coltivazione delle piante in terra. Questi ultimi, fatte salve rare eccezioni, sono pericolosi per l’ambiente e per l’uomo che li respira.

Di quali nutrienti hanno bisogno le piante

Le piante in idrocoltura, ma più in generale tutte le specie vegetali, necessitano di circa 15 elementi per alimentare il processo di crescita e di riproduzione. Tutti questi elementi ricoprono un ruolo diverso; vengono assorbiti sempre dalle radici, alcuni attraverso gli stomi (pori sulle foglie).

Carbonio, ossigeno e idrogeno sono i tre nutrienti disponibili per le piante nell’acqua e nell’aria. Richiedono, per essere meglio ottimizzati, alti livelli di CO2.

Azoto, fosforo e potassio sono i tre nutrienti solitamente disponibili nei concimi più comuni.

Tuttavia, soprattutto per le piante coltivate in idrocoltura, sono necessari concimi ricchi di calcio, magnesio e zolfo.

Quando una pianta è carente di questi importanti nutrienti mostra sintomi come avvizzimento, ingiallimento, secchezza.

Nelle coltivazioni in idrocoltura i concimi vengono accuratamente preparati e miscelati in una soluzione nutritiva. In base al tipo di coltura essi vengono selezionati e formulati in granuli liquidi o secchi in una formulazione ad hoc decisamente più completa rispetto a quella dei concimi più comuni e, soprattutto, non inquinante e non invasiva per la natura e per l’uomo.

Accessori da utilizzare per l’idrocoltura

L’utilizzo di accessori, nell’idrocoltura, gioca un ruolo molto importante.

La circolazione dell’area ha un ruolo fondamentale per la salute e la crescita delle piante.

Allora ecco che si rivela fondamentale utilizzare aspiratori ed estrattori d’aria in grado di garantire la migliore circolazione di aria possibile. Potenti e silenziosi, spesso accoppiati a filtri ai carboni attivi, essi generano aria sempre aria nuova e pulita.

Anche la componentistica che va ad accompagnare gli impianti di luce e di illuminazione nei vari sistemi idroponici ha un ruolo decisivo. Tali accessori non devono essere assolutamente sottovalutati in idrocoltura in quanto vanno ad ottimizzare e rendere più funzionante l’impianto di luce fornendo guadagni in termini di raccolto incalcolabili.

La coltivazione indoor di queste piante trae enorme beneficio da questi accessori, in quanto creano un microclima ideale.

L’idrocoltura è un processo efficiente, potente e straordinariamente semplice con cui far crescere piante sane, salubri e rigogliose.

Per ottenere questi risultati basta poco. I vasi giusti, le piante giuste, buoni concimi e giusti accessori: ecco gli elementi sufficienti a creare un sistema di coltivazione più sostenibile, veloce e di qualità.